Le Storie 2018 - Io Non Sclero

Le storie

Il grazie di Alicino

Il mio bambino che ogni giorno mi dà la forza e il coraggio per andare avanti. Mai arrendersi!

Il grazie di Stere

Il mio grazie è all’amore che ho per me stessa, perché nessuna malattia può distruggere il nostro AMORE per la vita stessa.

Il grazie di MARIA L.

Il mio grazie è per te. Dopo anni ci siamo ritrovati e mi hai fatto dimenticare lei. Grazie per il tuo sorriso che mi dai.

Il grazie di silvietta

Io ringrazio me stessa per aver avuto a 20 anni la forza di combattere, di andare avanti nonostante tutto, nonostante la paura del futuro incerto e di una vita “diversa”. Ringrazio me stessa per la forza e la tenacia che dimostro ogni giorno per fare in modo che la mia vita sia normale e per come affronto con una maschera la quotidianità, perchè anche se stai bene le ferite sono sempre aperte e non guariranno mai. Ringrazio me stessa per essere rinata e per non aver mai pensato di mollare, nemmeno per un secondo. Salve, sono Silvia ho 24 anni e sono una persona normale.

Il grazie di Chiccamidwife

Ringrazio Luca (mio marito), Fabio, Danielle, Paola, David, Laura, Maurizio, MRosa, Alice, Gabry e tutti coloro che collaborano ad un grande progetto che tenta di fare in modo che venga tutelato il coniglio da compagnia o nano. Questi 2 anni mi hanno dato tanta amicizia, amore e una grande voglia di vivere! Non mancherò mai di ringraziarli tutti!

Il grazie di Sissi

Grazie a me che sono una guerriera. Grazie a mio marito che, nel bene e nel male, rende la mia vita piena di colori e mi dà la forza di non mollare mai. Grazie anche a voi: l’agenda “Io non sclero” è veramente carina e ce l’ho sempre in borsa… Grazie by Sissi

Il grazie di Boborinho

Il mio grazie va al mondo intero e a me che sono ancora qui a godere di questa splendida vita…Che avventura incredibile! Quando poi tutto sembra insormontabile, allora faccio una pausa e capisco che magari dovrò reinterpretare questa vita, le idee e le incertezze che sono tutte lì, perchè la vita richiede coraggio e passione. Spesso penso a tante persone che ho incontrato e che non ce l’hanno fatta. Penso che a loro piaccia il mio proseguire anche a quelli che erano tanto arrabbiati con la sclerosi multipla. Ho tanto da vivere e il mio traguardo è vivere ogni giorno. La sorpresa è sempre dietro l’angolo, la cerchi, la cogli, la condividi. Spesso tutto è puramente sensoriale: io progetto tante cose e poi una parte si materializza. Dico che questa è magia: il mondo intero, la capacità di essere felice, di dipingere e di viaggiare, di mostrare la tua opinione, di esserci, anche quando il mondo stesso può essere crudele e magnifico. Tante verità da scoprire…Grazie di cuore!

Il grazie di Erifede

Mia moglie è l’unica che mi aiuta veramente in tutto e per tutto. Capisco che non è facile stare accanto a me con la mia disabilità, le mie arabbiature, ma lei è presente. Un grazie anche ai miei bimbi.

Il grazie di Giuppy

Il mio grazie è per i miei figli perchè rallegrano le mie giornate e le riempiono a tal punto con i loro impegni di scuola e con lo sport che mi permettono di non pensare che sono malata, ma che sono una mamma che combatte ogni giorno. A volte un po’ stanca, a volte con un po’ di sprint, ma dimenticando la malattie e combattendo con il sorriso. E se salgo le scale con fatica, mio figlio si gira con i suoi occhioni azzurri e dice: “mamma, hai bisogno di aiuto?”. E la femminuccia scende e dice: “ti do la mano?” E io rispondo ai miei figli: “la mamma ce la fa”. Grazie a chi va piano…Va lontano – si spera. E insieme combattiamo qualcosa più grande di noi perchè non sappiamo quando colpirà. E un grande GRAZIE a mio marito che mi sopporta e mi accompagna in questa avventura alternativa. La mente vorrebbe fare mille cose che il corpo spesso non accompagna, ma cerco sempre di reagire con il mio sorriso.

Il grazie di Coccinella84

Quando ho ricevuto la diagnosi a mio padre è salita la febbre a 40° e mia madre ha pianto disperatamente per giorni interi. Ho capito che avrei dovuto essere forte per loro per vederli ancora sorridere e per farli stare bene. Grazie al vostro amore sto bene e posso continuare a nutrire la mia grande passione per l’arte. L’amore salva.

Il grazie di Sissa

Grazie alla me più vera che, nonostante la mia compagna, riesce a essere e fare. In ginocchio, barcollando, ma mai mollando e sempre con il sorriso, che è e sarà sempre il più bello degli accessori…GRAZIE

Il grazie di Eli

Il mio grazie è per te, mia compagna di vita da 14 anni perché, anche se mi hai dato e tolto molto, mi hai fatto capire che sono forte, fortissima e che merito il meglio. Grazie sclerosi multipla! Elisa

Il grazie di pol71

Grazie a te, Cristina, che non mi abbandoni mai in questi momenti difficili. Sei la luce della mia speranza e la forza del mio domani…! E a voi, figli miei, la vera felicità…!

Il grazie di Alessia_bz

Il mio primo GRAZIE va a me stessa. GRAZIE anche alla SM che, tra alti e bassi, mi ha fatto diventare più forte e Guerriera di prima. Il mio GRAZIE è anche per l’uomo che ho sposato e che nonostante tutte le difficoltà è sempre stato al mio fianco. Un altro GRAZIE va ai miei genitori e a mio fratello. Ma il GRAZIE più importante è quello che va a mia figlia: è la marcia in più di positività! Ciò che non uccide, fortifica – si dice.

Il grazie di Malla

Io dico grazie a me. Sono io che mi do la forza di andare avanti, giorno dopo giorno. Non lascerò che qualcosa mi imponga come vivere. Io voglio vivere al meglio.

Il grazie di Nannini80

Il mio grazie è per mia figlia

Il grazie di Tfosca

Grazie Alessandro per la tua lezione di vita.

Il grazie di Illustre Marchese

Mi chiamo Giulio, ho 33 anni, sono di Bari e da 5 anni sono affetto da SM. Il mio grazie va a Gesù, che mi è stato vicino nei momenti più bui della malattia e ha dato un senso alla mia vita, facendomi prima superare gli ostacoli, fisici e soprattutto mentali, e poi facendomi scoprire il suo amore attraverso gli occhi di mia moglie, dei miei due figli Gabriele e Mattia, dei miei genitori e della comunità parrocchiale, che ha sempre pregato per me. Oggi posso testimoniare che la SM per me è una benedizione. Grazie mio Signore.

Il grazie di Capitani

Il mio GRAZIE è al grande, preparatissimo professor Giancarlo Comi che non molla mai e di conseguenza ti dà la carica per affrontare la SM con più leggerezza

Il grazie di AleLos93

“La mia miglior medicina”: ho voluto incidere questa frase nella fede nuziale di mio marito il 24 maggio 2016, dopo che solo 5 mesi prima avevamo scoperto che avremmo per sempre condiviso la nostra vita con questa scomoda compagna. E lui, di tutta risposta ha scritto nella mia “sceglierei sempre te”. Sì proprio così: lui ha scelto me nonostante tutto e lo rifarebbe altre mille volte. Nonostante io avessi messo tutto in discussione, presa dallo sconforto e dalla rabbia. È grazie a lui se ogni giorno trovo la forza di non arrendermi, di non farmi prendere dallo sconforto o dalla paura. E quando mi risulta difficile, ecco che mi basta guardare dentro la mia fede nuziale e leggere quelle parole per ricordarmi che non sono sola. Che mio marito ha scelto di stare al mio fianco e di combattere con me questa battaglia. E trovo la forza di parlare, di raccontarmi, di vivere alla luce del sole. Tanta gente mi stima e ammira la mia forza, ma dietro c’è ben altro. C’è l’amore di chi mi circonda e di chi non mi tratta con compassione. A mio marito, alla mia famiglia, ai miei amici e alle mie colleghe di lavoro dico GRAZIE, perché date ogni giorno un senso alla mia vita: a questa meravigliosa e imprevedibile Vita.

Il grazie di Ramypulce

Grazie a me! Grazie a chi mi vuole bene! Grazie a chi mi sostiene! Grazie a te, SM, che mi dai la forza tutti i giorni: nel lavoro, nell’amore, nella famiglia e soprattutto nei miei viaggi semplici, ma anche avventurosi. La forza è quella marcia in più che mi dai per affrontare le difficoltà e le delusioni! Ci sono tanti momenti di felicità!!! E la consapevolezza di essere grata di riuscire ad affrontare una sfida nel bene e nel male. La sclerosi multipla è anche la forza di non abbattersi mai!!! La prima cosa spontanea che mi è venuta in mente, 13 anni fa, appena la sclerosi multipla è entrata a far parte di me: ”I am stronger!!!!!” Grazie a voi che mi date la possibilità di condividere la mia gratitudine! Pulce Ramy

Il grazie di Kikka81

Il mio grazie va alla mia famiglia: mamma, papà e mio marito che ogni giorno mi sostengono. E a lui: il mio piccolo ometto che con i suoi sorrisi rende tutto più semplice.

Il grazie di Vale Pixi

La mia vita negli ultimi 4 anni è cambiata molto. Da quando è arrivata la SM ho iniziato a dare valore alle cose vere. Ad apprezzare le cose che prima erano banali o normali. Sono diventata molto più consapevole. Sono maturata. E oggi, all’età di 23 anni, dico GRAZIE soprattutto a Me stessa, alla mia grande forza nel reagire. Al mio sorriso e ai miei grandi sogni che piano piano sto realizzando! Alla mia famiglia e all’uomo che mi sta accanto. E infine, ma non per ultimo, grazie al mio amato dottore che fin dall’inizio mi sta sostenendo e all’enorme comunità di Aism!! Siamo dei guerrieri e non sarà questa patologia a toglierci la voglia di vivere e il sorriso per le piccole e grandi cose!!!

Il grazie di Lilibusa

Immensamente grazie all’uomo della mia vita: Vincenzo.

Il grazie di Marisa85

Il mio grazie va all’amore della mia vita… Mio marito. È grazie a lui se trovo la forza di rialzarmi ogni volta, di non mollare, di non perdere mai il sorriso, di avere ancora voglia di sognare! È il mio angelo sulla terra e non ringrazierò mai abbastanza lassù per avermelo donato!

Il grazie di michelapol

Cucciolo mio GRAZIE!!! Grazie per darmi la forza di affrontare tutto, il coraggio di provare ogni cosa mi venga proposta per stare meglio. Io VOGLIO vederti crescere e starti accanto sempre e tu, inconsciamente, mi aiuti a farlo. Ti ringrazio dal profondo del cuore. Tua per sempre… Mamma

Il grazie di Totta90

Il mio GRAZIE è dedicato a una donna unica, la mia mamma, che nello stesso tempo è anche la mia migliore amica. Grazie mamma, se non ci fossi tu io sarei persa. Grazie mamma che mi dai la forza di combattere ogni giorno. Sei una forza della natura! Ti voglio bene mia salvatrice! La tua topona

Il grazie di Steo81

GRAZIE a mio figlio Samuel. Nato dopo 3 anni dalla diagnosi di “sclerato moltiplicato”. Ora ho un motivo in più per combattere, e il motivo é semplice: un incondizionato, amorevole, semplice sorriso, che tutte le sere mi aspetta una volta varcata la porta di casa. Il grazie va a lui, che in pochi semplici gesti mi ha fatto capire quanto una vita complessa, che sembra avercela con te, ha bisogno di cose semplici e vere per diventare in un attimo la cosa più importante e preziosa. Vi assicuro che non me la lascerò scappare così facilmente! Stefano, 37 anni.

Il grazie di Sarab

GRAZIE a mio figlio, che da 20 mesi mi dà la voglia di vivere, e a mio marito, che ogni giorno mi aiuta sia in casa sia con il bambino, anche se è stanco o non si sente bene, che mi porta le buste della spesa perché sa che non ne ho la forza. Grazie al mio matrimonio, che mi ha aiutato ad accettare la SM e a farmi capire che non potevo piangermi addosso, ma dovevo lottare! Grazie a mia madre e alla mia famiglia, che mi aiuta a gestire il bambino durante il giorno. Se ne prendono cura e lo riempiono d’amore! Grazie agli amici che non mi fanno mai sentire malata e anche a quelli che hanno fatto finta di esserci e poi sono spariti, perché mi hanno fatto capire che la forza per affrontare la malattia non me la danno loro, ma la trovo in me stessa.

Il grazie di Rosaria

Il mio GRAZIE va al solo fatto di essere viva e a tutto ciò che la SM mi ha portato ad affrontare. Lei mi ha insegnato ad apprezzare le più piccole cose, godendo di attimi di piena gioia. Se sono quella che sono è grazie alla mia sclerosi multipla, che mi ha insegnato ad amare la vita in tutte le sue tante sfumature, a lottare e non arrendermi al primo ostacolo. Se mai un giorno dovrò fermarmi, continuerò a pregare Dio di donarmi la pace del cuore, nonostante tutto. Lui è la mia forza.

Il grazie di HellenNemo85

Finalmente, dopo otto anni dalla diagnosi, nell’ultima risonanza si legge: diminuzione di una lesione dell’encefalo. Perciò il primo GRAZIE va a me stessa, per non aver mai mollato e creduto fortemente a tutti i consigli che negli anni mi ha dato la mia neurologa, nella quale ripongo la mia fiducia. Grazie ai miei Genitori e a mio fratello. Grazie a mio cugino. Grazie al mio compagno, per il quale non ho la SM, ma sono una donna alla quale il tempo non basta mai. Grazie ai nuovi amici di Aism, con i quali stiamo portando avanti progetti per spronare i pazienti con SM a praticare sport. Grazie ai maestri di Yoga. Grazie alla mia insegnante di Pole dance e alle mie compagne che mi fanno sentire Normale. Grazie al mio bellissimo cane beagle Nemo che nei giorni più bui è l’unica salvezza. Grazie alla mia datrice di lavoro, che mi ha sempre supportata. Grazie a tutte le amiche e amici che ci sono e ci sono sempre stati. Eh sì, perché l’unica vera prova è questa: ti rendi conto di chi ti vuole bene davvero, nonostante la SM mi abbia resa dolcemente Sclerata, più egoista ma piu determinata e più consapevole delle mie capacità ! Devo solo trovare il tempo per tutto.

Il grazie di Anima nel vento

Il mio grazie va alla mia famiglia, che in questi otto mesi dalla diagnosi mi è stata vicino, ma in particolare sono davvero grata al mio compagno, che dopo pochi mesi di convivenza, alla scoperta della malattia, non mi ha lasciato e si è preso cura di me. Ricordo ancora quanto piangevo per il dolore, mentre lui con amore mi lavava e mi accudiva quando non potevo compiere i gesti quotidiani a causa della disabilità momentanea. La notizia della malattia mi ha sconvolto la vita, ma combatto giorno per giorno e ora che sto meglio mi sento davvero fortunata. GRAZIE Gianfranco, con te vicino non ho paura di affrontare la malattia, perché so che sei sempre pronto a starmi accanto. Come quando avevi perso tutti quei giorni di lavoro in quei lunghi mesi e siamo caduti in crisi economica, ma hai fatto sempre il possibile per non farmi mancare nulla. Quando anche tu piangevi con me e ti sei preso la depressione dal dispiacere per la mia malattia. Adesso posso dire che siamo più forti e i periodi grigi sono diventati colori e questi colori ci stanno colorando il futuro, dove io sto progettando una famiglia. Perché la vita va avanti e la vita quando è in salita è più difficile, ma serve per formare dei veri guerrieri. Quindi grazie anche alla vita, perché mi sento fortunata.

Il grazie di Angy

Il mio grazie va innanzitutto a Dio, che non soltanto mi ha donato la vita, ma anche la forza necessaria per affrontarla e viverla appieno con la SM! In Lui ho trovato la grinta nei momenti bui, la consapevolezza che posso farcela e che devo essere felice! Perchè ho mille motivi per esserlo. Il mio GRAZIE va a mio marito Andrea, che mi ha amata nonostante tutto e continua a scegliermi ogni giorno. GRAZIE alla mia ragione di vita, mia figlia Grace, la mia gioia, il senso delle miei giornate. Una gravidanza con la SM è un’emozione grande, mi ha resa orgogliosa di me stessa, mi ha resa più sicura! Il mio GRAZIE va alla mia famiglia. I miei meravigliosi genitori, che mi sono stati vicino dalla diagnosi a oggi. Le difficoltà non mancano e i momenti difficili nemmeno, ma sono felice e serena perché ho tutto quello che mi serve per esserlo.

Il grazie di Eleonora79

Il mio grazie va nella maniera più assoluta a Giuseppe, mio figlio. L’ho concepito l’anno successivo alla diagnosi e dopo esattamente 2 anni dalla scoperta della malattia è arrivato lui, il mio miracolo, la mia forza. Oggi ha 3 anni e con lui il pensiero della SM si fa sempre meno frequente. Grazie amore di mamma!

Il grazie di Carmina

Il mio grazie lo faccio a me, che con la mia caparbietà e la voglia di combattere ho trovato la forza di tenere testa a questo ospite indesiderato, ma ormai mio compagno di vita da più di 20 anni.

Il grazie di Angela94

Ringrazio la mia famiglia, anche se i loro occhi preoccupati mi spezzano sempre il cuore. Loro mi permettono di non abbattermi e di non aver paura di andare avanti. Dico grazie al mio compagno, che in ogni visita è con me, che per ogni flebo si siede lì al mio fianco e cerca di farmi ridere. Ringrazio il mio cane, perché quando lo sconforto è così forte da crearmi attacchi di panico, mi basta abbracciarlo e con due baci mi riporta alla normalità. Se riesco ad andare avanti è perché sono amata, perché vivo come se nulla fosse, faccio mille lavori e tra due mesi sarò laureata. Sono andata a vivere da sola e ho solo 23 anni, nonostante combatto da quando ne avevo 18 con continue brutte notizie. Per vivere bene bisogna dimenticarla, però quando torna come se nulla fosse, si siede accanto a te e gli anni è come se non fossero mai passati dalla prima volta che successe. Per quanto non abbia dolori, la paura è sempre presente, ma grazie a chi amo e alla forza di volontà tutto può coesistere.

Il grazie di Playvale

Il mio GRAZIE è per i miei tre figli Aurora, Francesco e Mariasole, che mi danno la forza si sorridere ogni giorno nonostante le difficoltá e nonostante questa malattia inaspettata e difficile da combattere. Sono semplicemente la mia vita, la ragione per cui vivo e non ci sono altre parole.

Il grazie di alessia818

Credo che nella vita non si dica mai grazie abbastanza, a se stessi, alla propria forza e al proprio coraggio. Oggi, però, il mio GRAZIE va a mia sorella Valeria, una grande donna e la forza della mia famiglia; a mio padre Pietro, che per me è un grande esempio di guerriero; alla mia cuginetta Anna Littoria, piccolo grande angelo della mia vita, che mi ha salvato da ricadute molto difficili della SM; a mia zia Milena, sempre pronta ad aiutarmi e al piccolo Gennaro Ivan, un terremoto energetico. Da due anni il mio GRAZIE va a Dario, mio compagno di vita, mio fratello di patologia, mio tutto. Nonostante gli affetti, il mio GRAZIE va anche all’Università di Siena, che mi alimenta la mente aiutandomi a studiare a distanza, a tutto il Presidio della facoltà di Economia e a tutte le persone che ogni giorno sono pronte a dare il proprio contributo. La SM non è una patologia facile, ma ci si può convivere. Oggi dopo 4 anni io condivido la mia storia con con chi vuole ascoltarla e con chi ha bisogno di supporto, soprattutto attraverso la mia pagina Facebook “Lächeln sorridi puoi”. Ho capito che, se si è vivi, si deve ringraziare! Alessia

Il grazie di Genai73

Io devo ringraziare mio figlio Daniele, che da 12 anni mi dà ogni giorno la forza di lottare, per me e per Lulù. A luglio 2003, anno della diagnosi, scoprire di aspettarlo è stata per me una risposta bellissima.

 

Your browser is out of date. It has security vulnerabilities and may not display all features on this site and other sites.

Please update your browser using one of modern browsers (Google Chrome, Opera, Firefox, IE 10).

X